domenica 22 marzo 2015

Dallo smartphone al tavolo.

Da ormai qualche anno stiamo assistendo alla trasposizione di qualsiasi cosa da "materiale" a digitale per poter essere racchiuso nei nostri computer , tablet ma sopratutto nei nostri inseparabili smartphone. Chi mai acquisterà una calcolatrice, una macchina fotografica compatta, un'agenda, un libro o una rivista quando tutto quello di cui potremmo aver bisogno può essere scaricato e materializzarsi all'interno di ciò che fino a pochi anni fa si chiamava telefono cellulare?
Per non parlare dei videogiochi, a migliaia presenti nei vari store digitali, alcuni dei quali diventati virali come nel caso di Ruzzle, Angry Birds e i cosiddetti giochi di gemme come Candy Crush e Bejeweled.
Ma quest'ultimo rappresenta un'eccezione: al contrario di quello che succede generalmente, in questo caso, dopo la versione digitale è nata quella materiale da tavolo.
Il gioco, edito dalla Hasbro, rispecchia le regole semplici del videogioco, può essere giocato da due a quattro giocatori contemporaneamente ma sopratutto seduti allo stesso tavolo cosa che oggi sta diventando abbastanza inusuale. Viene indicato dagli 8 anni in su anche se può essere giocato secondo me anche dai 6 proprio per la sua facilità ed immediatezza, le partite durano circa dieci piacevoli minuti e si può acquistare ad un prezzo che va dai 10 euro online ai 30 euro nei negozi.



Nessun commento:

Posta un commento