sabato 4 aprile 2015

Soul Power

Album d'esordio per questo artista probabilmente sconosciuto in Italia e non particolarmente famoso, almeno fino ad ora, negli States. Curtis Harding nasce nel Michigan 35 anni fa ma all'età di 15 anni si trasferisce ad Atlanta e dopo qualche collaborazione più o meno importante nel mondo della musica, pubblica nel 2014 questo album difficilmente classificabile con l'etichetta di un  genere predefinito: spazia dal soul al garage-rock anni 60 passando per il funk e il blues toccando a tratti anche atmosfere jazz. Dopo il primo ascolto sai già che non smetterai mai di riascoltarlo. Oltre alla chitarra e al basso, abilmente suonati, c'è molto spazio anche per l'organo e per i fiati in un mix di armonie che ricordano gli anni 70. Come del resto anche il suo aspetto è decisamente anni 70: capello afro, baffoni  e sigaretta in bocca.
Dodici tracce sorprendenti unite in un album eccellente che fa sperare sia solo l'inizio di una lunga carriera.


http://www.curtisharding.com/

domenica 22 marzo 2015

Dallo smartphone al tavolo.

Da ormai qualche anno stiamo assistendo alla trasposizione di qualsiasi cosa da "materiale" a digitale per poter essere racchiuso nei nostri computer , tablet ma sopratutto nei nostri inseparabili smartphone. Chi mai acquisterà una calcolatrice, una macchina fotografica compatta, un'agenda, un libro o una rivista quando tutto quello di cui potremmo aver bisogno può essere scaricato e materializzarsi all'interno di ciò che fino a pochi anni fa si chiamava telefono cellulare?
Per non parlare dei videogiochi, a migliaia presenti nei vari store digitali, alcuni dei quali diventati virali come nel caso di Ruzzle, Angry Birds e i cosiddetti giochi di gemme come Candy Crush e Bejeweled.
Ma quest'ultimo rappresenta un'eccezione: al contrario di quello che succede generalmente, in questo caso, dopo la versione digitale è nata quella materiale da tavolo.
Il gioco, edito dalla Hasbro, rispecchia le regole semplici del videogioco, può essere giocato da due a quattro giocatori contemporaneamente ma sopratutto seduti allo stesso tavolo cosa che oggi sta diventando abbastanza inusuale. Viene indicato dagli 8 anni in su anche se può essere giocato secondo me anche dai 6 proprio per la sua facilità ed immediatezza, le partite durano circa dieci piacevoli minuti e si può acquistare ad un prezzo che va dai 10 euro online ai 30 euro nei negozi.



venerdì 20 marzo 2015

I migliori film per bambini (e per tutta la famiglia).

Per scrivere questo post mi avvalgo della preziosa collaborazione di mia figlia. Ha solo sei anni e mezzo ma ne vanta almeno tre di esperienza in fatto di lungometraggi. La sua conoscenza si è formata guardando e riguardando film davanti alla tv e ad uno spicchio di pizza, appuntamento fisso di ogni sabato sera in famiglia.

Di seguito si trova un elenco-classifica dove sono esclusi i film di Natale che avranno un loro spazio apposito in un post successivo. Buona visione!

1. Alvin Superstar (3 film)

2. L'asilo dei papà

3. Tata Matilda (2 film)
4. Beethoven (5 film)
5. Mrs. Doubtfire
6. I Buddies (vari film)
7. Una notte al museo (2 film)
8. I puffi (2 film)
9. Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi

10. Le avventure di Fiocco di Neve

11. Vita da camper
12. Mamma ho preso il morbillo
13. Richie Rich il bambino più ricco del mondo
14. La fabbrica di cioccolato (vedi anche Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato)
15. La carica dei 101

domenica 15 marzo 2015

Acquario Civico di Milano

Presi dall'acquariomania pensiamo di visitarne uno vero: la scelta ricade sull'acquario di Genova ma in questo periodo non abbiamo  tempo nè voglia di affrontare 220 chilometri per raggiungerlo. E' così che googolando scopro l'esistenza di un acquario anche a Milano. 
Decidiamo così di visitare l'Acquario Civico di Milano che dista da noi circa 70 chilometri e la gita si colloca obbligatoriamente ma comodamente in un sabato pomeriggio. Nel fine settimana si arriva abbastanza facilmente  in centro in auto senza le restrizioni dell'area C : l'acquario si trova accanto all' Arena Civica all'interno del parco Sempione in una palazzina stile Liberty edificata nel 1906 per l' Esposizione Internazionale di Milano. 
La sua ultima ristrutturazione risale al 2006 e offre un percorso sulla "storia dell'acqua". Infatti il nuovo percorso scientifico racconta la storia dell'acqua da quando le precipitazioni atmosferiche si riversano in un torrente di montagna fino ad arrivare al mare attraverso gli ambienti principali che si vanno formando. Vengono ricostruiti ambienti italiani e mediterranei con l'aggiunta di una vasca rappresentante la scogliera del Mar Rosso a testimoniare la tropicalizzazione del mediterraneo dovuta principalmente all'innalzamento della temperatura media dell'acqua ed ai cambiamenti globali del clima. 


L'acquario si visita piacevolmente in un paio d'ore in maniera abbastanza approfondita anche leggendo le varie didascalie ed è piaciuto molto anche ai nostri bambini. 





Ci sono anche io!

Eccomi, finalmente sono diventato un blogger o almeno credo, visto che ci ho pensato ieri ed oggi mi trovo a scrivere il mio primo post.
Per la verità è da un po’ che ci penso ma come al solito mi faccio troppe domande e mollo tutto.
Su cosa scrivo?  Non ho un interesse in particolare, infatti ho decine di quasi_passioni in continua evoluzione alle quali mi interesso, anche se mai in maniera assoluta ne tantomeno esclusiva.
In questo momento mi appassionano la musica, la fotografia, la tecnologia, gli orologi, i giochi da tavolo e da poco sono quasi_esperto di acquari: è bastato che i miei figli ricevessero in regalo un semplice pesciolino rosso per scatenare la mia (e dove non arriva la mia, quella di mia moglie) irrefrenabile curiosità.
In realtà non sono sicuro di saper scrivere e soprattutto non credo di trovare lettori ma questo nuovo impegno sarà perlomeno come un diario o un blocco degli appunti dove organizzare le idee.